Risi, grazie alla sceneggiatura di Age, Scarpelli, Maccari, Scola, Continenza e De Chiara, e alle interpretazioni di Gassman e Tognazzi, esce vincente dalla rappresentazione di uno dei periodi più complessi della storia italiana ricorrendo al registro picaresco già adottato tre anni prima da Monicelli ne La Grande Guerra.

trailer

L’avvento del fascismo secondo Risi nel restauro della Cineteca Nazionale