LaissezMoi

12. CINEMA SVIZZERO A VENEZIA

28 Novembre 2023

-

1 Dicembre 2023

Dopo l’edizione estiva in Campo San Polo, con 3 serate tutte sold out, Cinema Svizzero a Venezia torna nella tradizionale cornice di Palazzo Trevisan degli Ulivi con una speciale “Winter Edition”. Oltre alla consueta esplorazione del cinema svizzero contemporaneo, la manifestazione propone un evento unico all’insegna dell’ibridazione tra cinema e musica con il ‘cineconcerto’ del pluripremiato compositore svizzero Marcel Vaid e del leggendario trombettista norvegese Nils Petter Molvær. Il Festival si si apre martedì 28 novembre alle 18 con il saluto del Console onorario di Svizzera a Venezia Leo Schubert e Massimiliano Maltoni, Curatore di Cinema svizzero a Venezia. Sarà presente anche il giovane musicista Cédric Blaser, astro nascente della composizione di musiche da film, che presenterà il film L’amour du monde, di Jenna Hasse, racconto di formazione di grande impatto emotivo, autentica rivelazione alla Berlinale 2023, dove ha vinto il Premio dalla Giuria internazionale Generation Kplus. Si prosegue mercoledì 29 novembre con un doppio appuntamento. Alle 18, il documentario ticinese Augusto Guidini – Il castello della memoria che sarà presentato dal regista Olmo Cerri, in collaborazione con SIA – società svizzera degli ingegneri e degli architetti, rappresentata da Sibil Sträuli. Alle 21, Laissez-moi di Maxime Rappaz, opera prima dalla grande maturità e perfettamente bilanciata tra erotismo, commedia e dramma, premiata con la Menzione speciale al Festival di Zurigo, e interpretata dalla grande attrice Jeanne Balibar (insignita del Premio César nel 2018). Giovedì 30 novembre alle 21, la manifestazione si sposta al Teatrino di Palazzo Grassi per un evento speciale nato dalla felice collaborazione tra i progetti Cinema Svizzero a Venezia del Consolato di Svizzera a Venezia e New Echo System della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia. La serata di chiusura, venerdì 1° dicembre, sarà invece all’insegna degli “sguardi al femminile” con due documentari che si stanno affermando nel panorama dei festival internazionali. Alle 18, The Mies Van Der Rohes, raffinata costruzione cinematografica della regista Sabine Gisiger, tra finzione e cinema del reale. La Gisiger sarà presente a Venezia, accompagnata dall’autrice del montaggio Barbara Weber, e dalla produttrice Karin Koch. Alle 21, Garçonnières della regista e antropologa Céline Pernet, anch’essa presente a Venezia. Un film spassoso, leggero e profondo, che ci invita a rielaborare i concetti precostituiti dalla società contemporanea.

www.eda.admin.ch
WHERE