venicecityguide

Search
Generic filters
Search
Generic filters
VENEZIA NEWS
#268-269
October-November
2022

COVER STORY

Composta da oltre duemila pezzi di vetro soffiato e fuso, La Commedia Umana è un lampadario dalle dimensioni colossali (oltre sei metri di larghezza per circa nove di altezza) risultato di una collaborazione di tre anni tra il celeberrimo artista e attivista cinese e i maestri vetrai di Berengo Studio.

Pur essendo un lavoro iniziato ben prima dello scoppio della pandemia, la sua incombente cascata di ossa, teschi e organi non può che assumere una materica dimensione simbolica della tragica perdita di vite registrata in tutto il mondo in questo drammatico periodo.

Ai Weiwei invia un chiaro messaggio sulla mutevolezza della vita, invitandoci tutti a riflettere su quale futuro intendiamo disegnare, comunicando un’urgente e profonda necessità di rivedere e riconsiderare i nostri stili, le nostre modalità di vita presenti.

CONTENTS

ART

Il restauro de L’Assunta di Tiziano | Antonio Canova | 59. Biennale Arte – Il latte dei sogni | Don’t miss: Artisti, Padiglioni, Eventi Collaterali | Ai Weiwei | Giornata del Contemporaneo | Anselm Kiefer | ALLUVIUM | Personal Structures | Penumbra | FIFA a Palazzo Grassi | Intorno a Nauman | Marlene Dumas | Peter Pan | Mouna Rebeiz | Human Brains | Danh Vo, Isamu Noguchi, Park Seo-Bo | Ritsue Mishima | Venini: Luce 1921–1985 | Fermento Festival | The Human Safety Net | Doppio Senso | Bae Bien-U | Sabine Weiss | Intervista ad Hassan Hajjaj | Galleries | Paris Bordon | Grazia Varisco | Olafur Eliasson | Artissima 2022

MUSIC

The Cure | Venezia Jazz Festival Fall Edition | Sigur Rós | Simone Cristicchi | Candiani Groove | Macy Gray | Counting Crows | 50 Cent | Padova Jazz Festival | Massenet, Festival Bru Zane | Teatro La Fenice | Teatro Toniolo | Auditorium Lo Squero | Musikàmera

THEATER

Le vertige Marilyn | Mamma Mia! | VeneziainDanza | House of Us | Hamlet | Da qui alla luna | Asteroide Amor | Pa’ | Il malato immaginario

CINEMA

Lino Capolicchio | Gassman prima di Gassman | No Bears | Bones and All | Jean-Luc Godard | Paesaggi che cambiano | Cinefacts: Festa del Cinema di Roma

TRADITION

Festa della Madonna della Salute | I cuoridoro a Venezia

TASTE

M9 Chef on Chef | Venice Hospitality Challenge | Subodh Gupta | Dolce autunno veneziano

CITY GUIDE

Agende | Mostre a Venezia | Books | Screenings | Design&More

HIGHLIGHTS

Visioni di una visione
TIZIANO ft. CANOVA
Arte e destino legano Tiziano, Canova, la Basilica dei Frari e Leopoldo Cicognara: davanti a L’Assunta, in quel periodo conservata ed esposta all’accademia veneta di belle arti e di cui oggi la città festeggia il restauro, si celebrò nel 1827 il funerale laico di canova come testimoniato dal dipinto di Giuseppe Borsato.
Chi segue vocazion non pecca
TEATRO LA FENICE 2022-2023
Fortunato Ortombina ci accompagna alla scoperta dei titoli che scandiscono la Lirica e la Sinfonica in Campo San Fantin. Il Falstaff di Verdi prima tappa di un percorso che segna l’agognatissimo ritorno alla normalità.
Il latte dei sogni
BIENNALE ARTE FINISSAGE
Tra Giardini e Arsenale Cecilia Alemani conclude una forte e intensa riflessione sulle identità dell’essere umano, sul ruolo che arte e cultura possono e devono avere nel trasmettere messaggi di impegno civile, tra gender gap azzerati e tensione viva verso una partecipata inclusività.
Jazz di stagione
VENEZIA JAZZ FESTIVAL
Veneto Jazz firma un festival più che autunnale, capace di accompagnare la città fino alle porte del Natale. Fenice, Squero, Splendid Hotel e Candiani di Mestre sedi di attesissimi live di interpreti del miglior jazz italiano e internazionale, con il Premio Tomorrow’s Jazz a disegnare i suoni di domani.
Forma e sostanza
PALAZZETTO BRU ZANE
Jules Massenet, maestro del suo tempo: per tutto il mese di ottobre a Palazzetto Bru Zane giovani interpreti indagano sulle infinite espressioni creative di violino e pianoforte rievocando le melodiès più suggestive del grande autore romantico francese.
Come uscire dalla notte
LE VERTIGE MARILYN
Il 15 e 16 ottobre Isabelle Adjani nei panni di Norma Jeane Baker al Goldoni, in una pièce giocata sul binario doppio del dialogo tra le due attrici, con piani temporali sfalsati in cui le coordinate sono i rispettivi ricordi di una vita. Il racconto di una star che vacilla si fa tributo all’eterno mistero femminile.