Search
Generic filters
Search
Generic filters

IL SIGNORE DELLE FORMICHE

IL SIGNORE DELLE FORMICHE - Actor Luigi Lo Cascio (Credits Claudio Iannone)

Proiezione ufficiale

Sala Grande
19:00
di Gianni Amelio
con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Leonardo Maltese, Sara Serraiocco

( 2022, Italia, 134')

Ispirata alle vicende umane e giudiziarie del drammaturgo e poeta Aldo Braibanti, una storia vera italiana datata alla fine degli anni ‘60, quando l’intellettuale venne condannato a 9 anni di reclusione con l’accusa di aver plagiato – ovvero aver sottomesso alla propria volontà, in senso fisico e psicologico – uno studente e amico appena maggiorenne. Il ragazzo, rinchiuso per decisione della propria famiglia in un ospedale psichiatrico nell’intento di ‘guarirlo’ dall’influenza negativa del ‘cattivo’ maestro, subì una serie di devastanti elettroshock. Anni dopo il reato di plagio venne cancellato dal codice penale, ma tanto bastò per mettere sotto accusa e condannare un ‘diverso’ come Braibanti, preso a simbolo di non conformismo di comportamento. Solo un giornalista si impegnò a fondo a ricostruire la verità, affrontando sospetti e censure.

Gianni Amelio

Regista e sceneggiatore, Gianni Amelio è nato a Magisano (Catanzaro) nel 1945. Laureato in filosofia all’Università di Messina, ha realizzato Così ridevano (1998), Leone d’Oro nel 1998, e Lamerica, Osella per la migliore regia nel 1994. Altre opere: Il ladro di bambini (1992), Le chiavi di casa (2004) e Porte aperte (1990), nomination all’Oscar per il Miglior film straniero. Nel 1991 e nel 1992 è stato membro della giuria a Venezia e nel 1995 della giuria di Cannes. Con La tenerezza (2017) ha ottenuto il Nastro d’Argento per il Miglior film e per la Migliore regia.

trailer

INTERNATIONAL CRITICS

SCREEN
INTERNATIONAL
2/5
THE HOLLYWOOD
REPORTER
3/5
THE FILM
VERDICT
3.5/5
BEN CROLL
THE WRAP
2/5
TOMMASO KOCH
EL PAIS
1/5
BARBARA HOLLENDER
rzeczpospolita
4.5/5
Daniel Kothenschulte
FRANKFURTER RUNDSCHAU
1.5/5

Amelio, Crialese, Virzì, Nicchiarelli, De Paolis, Mezzapesa

Il caso Braibanti, una storia dell’Italia oscurantista nel nuovo Amelio

Un genere non-genere ‘vecchio’ come il cinema

X