Gotica ossessione

di Andrea Zennaro
  • domenica, 3 settembre 2023

C’è un filo rosso che lega in modo trasversale, attraverso le varie sezioni, alcune opere presentate a questa 80. Mostra del Cinema: il sottogenere gotico fantastico che trova le sue origini nel Nosferatu di Murnau, uscito nel 1922. Dieci anni dopo il danese Carl Theodor Dreyer gira il capolavoro Vampyr – Il vampiro, una cupa e suggestiva opera onirica che il regista ha diretto prendendo spunto dal racconto Carmilla (1872) di Sheridan Le Fanu e precedente al Dracula di Bram Stoker.
In Italia, grazie a Mario Bava ed alla sua opera prima La maschera del demonio del 1960, interpretato dalla splendida e tenebrosa Barbara Steele, icona del genere, vengono prodotte un’infinità di pellicole horror gotiche dove spiccano alcuni gioiellini molto amati dai cinefili francesi e statunitensi.
Ed è tra i film della Settimana della Critica che spunta The Vourdalak di Adrien Beau tratto dalla novella La famiglia del Vurdalak di Aleksej K. Tolstoj dalla quale Mario Bava aveva tratto uno degli episodi de I tre volti della paura (1963) e Giorgio Ferroni il suo La notte dei diavoli (1972).
Nel concorso principale Venezia 80 troviamo Poor Things del greco Lanthimos, tratto dal romanzo omonimo del 1992 di Alasdair Gray, che altro non è che una rilettura in chiave moderna del Frankenstein di Mary Shelley, opera gotica per eccellenza: portata al cinema già nel periodo del muto, è stata riproposta poi nel 1931 con lo straordinario Boris Karloff, il quale tornerà nei panni della creatura nel 1935 nell’ancor più visionario La moglie di Frankenstein.
Imperniato da atmosfere gotiche anche Die Theorie von Allem di Timm Kröger ambientato tra le Alpi svizzere e l’ultima opera del cileno Pablo Larraín, El Conde, che mostra il sanguinario dittatore Pinochet nelle vesti di un vampiro centenario. Ancora vampiri anche tra le Giornate degli Autori, con il film canadese Vampire humaniste cherche suicidaire consentant di Ariane Louis-Seize con protagonista una vampira che, attanagliata dai sensi di colpa, preferisce morire di fame piuttosto che uccidere il prossimo o, almeno, trovare qualcuno che sia intenzionato a suicidarsi.

THE VOURDALAK

THE VOURDALAK

Il film è diretto e interpretato da Adrien Beau e tratto da La famiglia del Vurdalak di Aleksej K. Tolstoj. Il vecchio Gorcha implora la famiglia prima di partire di aspettarlo per almeno sei giorni. Se non sarà tornato entro la fine del sesto giorno significa che ...

LEGGI

THE VOURDALAK

THE VOURDALAK

Il film è diretto e interpretato da Adrien Beau e tratto da La famiglia del Vurdalak di Aleksej K. Tolstoj. Il vecchio Gorcha implora la famiglia prima di partire di aspettarlo per almeno sei giorni. Se non sarà torn...

LEGGI

DIE THEORIE VON ALLEM

DIE THEORIE VON ALLEM

Alpi svizzere, 1962: Johannes Leinert partecipa a un congresso di fisica, impaziente di assistere alla lezione rivoluzionaria di uno scienziato iraniano sul tema della meccanica quantistica, evento clou del seminario. Dovendo ingannare l’attesa per un ritardo dell’oratore,...

LEGGI

DIE THEORIE VON ALLEM

DIE THEORIE VON ALLEM

Alpi svizzere, 1962: Johannes Leinert partecipa a un congresso di fisica, impaziente di assistere alla lezione rivoluzionaria di uno scienziato iraniano sul tema della meccanica quantistica, evento clou del seminario. Dovendo i...

LEGGI

POOR THINGS

POOR THINGS

Tratto dall’omonimo romanzo di Alasdair Gray del 1992, il nuovo irriverente lavoro di Yorgos Lanthimos rivisita con una creatività sorprendente i canoni tipici del cinema gotico, avvalendosi di un cast di altissimo livello. Quando la figlia Bella si uccide per sfuggire alle...

LEGGI

POOR THINGS

POOR THINGS

Tratto dall’omonimo romanzo di Alasdair Gray del 1992, il nuovo irriverente lavoro di Yorgos Lanthimos rivisita con una creatività sorprendente i canoni tipici del cinema gotico, avvalendosi di un cast di altissimo livello. ...

LEGGI

EL CONDE

EL CONDE

Muovendosi abilmente tra l’horror e la dark comedy, Pablo Larraín immagina – questa volta in bianco e nero – un cupo universo parallelo ispirato alla recente storia del Cile. Simbolo mondiale del fascismo, dittatore spietato, responsabile della sparizione e della morte ...

LEGGI

EL CONDE

EL CONDE

Muovendosi abilmente tra l’horror e la dark comedy, Pablo Larraín immagina – questa volta in bianco e nero – un cupo universo parallelo ispirato alla recente storia del Cile. Simbolo mondiale del fascismo, dittatore spie...

LEGGI

HUMANIST VAMPIRE SEEKING CONSENTING SUICIDAL PERSON

VAMPIRE HUMANISTE CHERCHE SUICIDAIRE CONSENTANT

Giovane vampira riluttante, con troppi scrupoli etici per uccidere nonostante ne vada della propria sopravvivenza, Sasha rischia di lasciarsi morire di fame quando i genitori, esasperati, le tagliano le scorte. A venirle in soccorso è Paul, un ragazzino depresso con tendenze ...

LEGGI

HUMANIST VAMPIRE SEEKING CONSENTING SUICIDAL PERSON

VAMPIRE HUMANISTE CHERCHE SUICIDAIRE CONSENTANT

Giovane vampira riluttante, con troppi scrupoli etici per uccidere nonostante ne vada della propria sopravvivenza, Sasha rischia di lasciarsi morire di fame quando i genitori, esasperati, le tagliano le scorte. A venirle in soc...

LEGGI
The Gothic six
La caduta della casa degli Usher
(1928)
di Jean Epstein

Sublime trasposizione di più racconti del maestro del gotico Edgar Allan Poe.

La maschera del demonio
(1960)
di Mario Bava

Tratto da Vij, una novella di Gogol’, è il capostipite del genere gotico italiano.

Suspense
(1961)
di Jack Clayton

Angosciante gotico inglese tratto da un racconto di Henry James con una straordinaria Deborah Kerr.

La città dei mostri
(1963)
di Roger Corman

Tratto da alcune opere di H.P. Lovecraft, ma con un titolo che rimanda ad Edgar Allan Poe per motivi commerciali.

Danza macabra
(1964)
di Antonio Margheriti

Classico esempio di gotico fantastico italiano con tutti gli ingredienti fondamentali del genere.

Il mistero di Sleepy Hollow
(1999)
di Tim Burton

Omaggio nostalgico al cinema gotico e alle atmosfere care a Mario Bava.

THE OTHERS

Screenshot-2023-09-07-alle-16.07
Enzo Jannacci
BARBERA_2023-500
Diventare quello che siamo
limelight-495x495
Sopravvissuti
Sic(3)
38. Sic Awards
IL CONFINE VERDE
I vincitori del Premio Arca CinemaGiovani
IO CAPITANO
A "Io capitano" il Soundtrack Stars Award
IO CAPITANO
A "Io Capitano" il Premio Cict Unesco "Enrico Fulchignoni"
LAVORI DI CASA PER PRINCIPIANTI
Il Queer Lion Award a "Domakinstvo za Pocetnici"
Friedkin
William Friedkin
nevina2
L'Isola che sogna il futuro

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai giornalmente il Daily 2023, Magazine ufficiale dell’80. Festival del Cinema di Venezia

Autorizzo il trattamento dei miei dati per l’invio delle newsletter di VeneziaNews. Leggi l’informativa completa qui